MELO nasce ufficialmente il 3 giugno 2015 presso lo studio del Notaio Franco Treccani a Brescia.
Essa ha veste di società a responsabilità limitata, il cui capitale inizialmente viene fissato 40.000 Euro.

Soci al momento della costituzione di tale realtà sono:
Massimo Spagnoli: odontotecnico con 25 anni di esperienza professionale nel proprio settore;
Tommaso Fornasari: dottore consulente fiscale e tributario, oggi commercialista;
Veronica Bianchi: medico dentista, con tre strutture di studio tra Brescia e Bergamo;
Marco Lebellini: esperto in tecnologie informatiche ed in programmazione;
Emanuele Guerra: fisico e chimico, già applicato presso “Invatech” ed “Enke”, nonché presso la Francesco Franceschetti Elastomeri s.r.l.; Paolo Zoppelletto: Export manager, con esperienza diretta nel settore automotive presso Finlandia e Svezia; Luca Crotti, avvocato bresciano di pluriennale esperienza;
“5e6 s.r.l.”: società bresciana operante nel settore delle produzioni audio/video, guidata dal suo fondatore Graziano Chiscuzzu.

La società identifica in Massimo Spagnoli il ruolo di amministratore unico.

Tale compagine sociale è in grado di rappresentare l’insieme di competenze raccolte ed attirate utilmente in seno alla start up in modo da arricchire la stessa con un patrimonio immateriale rappresentato da stabili e fedeli risorse umane, al di fuori del più comune reclutamento sull’ordinario mercato del lavoro.

I soci aderiscono con consapevolezza, responsabilità ed entusiasmo, grazie al più volte citato periodo di rodaggio maturato nei tre anni precedenti, che consentono chiaramente di delineare le posizioni ed i ruoli aziendali di tutti i consorti, nonché di creare forte affiatamento tra gli stessi.

Il rapporto umano è infatti sempre alla base delle scelte della società, e la condivisione dei principi di lealtà, trasparenza, rispetto per la persona, per i collaboratori nonché per l’ambiente viene posto alla base dell’etica aziendale.